Skip to content
10x15-cartongesso-2015

Cartongesso – Lettura in forma scenica

10x15-cartongesso-2015Cartongesso” è una delle punte di spettacolo più alte dell’Abilitante Festival organizzato dalla cooperativa sociale Piano Infinito. Giovedì 11 giugno alle 21.15 presso la Fattoria P. Massignan di Brendola saranno con noi Mirko Artuso, Giuliana Musso, Patrizia Laquidara e Piccola Bottega Baltazar che ci descriveranno un Veneto poco coerente con la nostra idea di umanesimo e di relazioni positive.

   Lo spettacolo è tratto dal libro d’inesorabile potenza scritto da Francesco Maino con cui ha vinto il Premio Calvino 2013. Cartongesso, appunto, è un’invettiva viscerale e drammatica contro il nostro tempo, contro il Veneto attuale e contro un intero Paese, l’Italia tutta.

Michele Tessari è un avvocato che avvocato non vuole essere, ex necroforo, affetto da un disturbo bipolare, intrappolato nella vita come una cavia isterica ma consenziente, persino complice. Un «complice debole» del mondo in cui è immerso. Il disfacimento della sua terra si rispecchia in quello della sua esistenza, inquinata da un odio «che cammina come l’infezione, dalle caviglie alla bocca», dove si trasforma in grido. E quel grido investe la classe politica, le carceri, la giustizia, il sistema universitario, giú giú fino ai singoli individui, fino al narratore stesso, imbibito degli stessi mali contro cui si scaglia. È un grido modulato da una scrittura apocalittica, con una portentosa violenza evocativa. Non c’è consolazione in queste pagine, nessuna catarsi: solo letteratura. E, in letteratura, «coraggio» è soprattutto raccontare la verità. «Questo è il paese delle cose che stanno morendo. No. Questo è il paese dei corpi. Un paese pieno di corpi. Corpi che si svegliano morti, escono morti di casa, tornano morti; corpi che parcheggiano, scendono, sputano, corpi che si salutano, sbadigliano, bestemmiano sempre, fatturano. Corpi camminanti».

Cartongesso

Artuso, Musso, Piccola Bottega e Laquidara si immergono nelle pagine di questo intenso romanzo e ne escono con forza, ironia, comicità e altrettanta rabbia; con il desiderio di riscatto e riconciliazione verso il mondo descritto da Maino e così ferocemente ferito.

Ad aprire la serata ci sarà Gianluigi Igi Meggiorin che ci presenterà le canzoni con cui è in finale al concorso nazionale per cantautori dedicato a Pierangelo Bertoli.

Tutte le informazioni le potete trovare sul sito www.pianoinfinito.wordpress.com oppure scrivendo una mail a pianoinfinito.coop@gmail.com oppure telefonando allo 0444.492281.

Condividi le novità

Recap Abilitante Social Fest 2022 - Luglio

Recap Abilitante Social Fest 2022 - Luglio

Anche il secondo mese di festival è giunto al termine.Come per il mese di Giugno lasciamo che siano gli occhi…
Recap Abilitante Social Fest 2022 - Giugno

Recap Abilitante Social Fest 2022 - Giugno

Il primo mese di festival è terminato e siamo tutti molto contenti di come siano andate le cose.Abbiamo deciso di…
Buskers

Buskers

Un artista di strada, o busker, è un artista che si esibisce in luoghi pubblici (parchi, piazze, strade) gratuitamente. Le…